Tradizioni religiose a Gozo

Tradizioni religiose a Gozo

​Il legame di Gozo con il culto religioso è fortemente radicato e risale a 7.000 anni fa. Attraverso la sua lunga storia, l'isola ha ospitato una varietà di sistemi di fede. 

I templi neolitici di Ggantija erano luoghi di culto dedicati a una Dea della fertilità di molto grandi dimensioni, mentre esiste una testimonianza di templi romani sotto l'attuale Cittadella a Vittoria.E' il risultato della lunga e variegata storia dell'isola dove i conquistatori portano le loro fedi alla popolazione locale.

Comunque, è la religione cattolica romana che ha lasciato il segno più  duraturo nell'isola per quanto riguarda il culto religioso. Anche oggi, la maggioranza assoluta dei gozitani è cattolica e il grande numero di chiese riccamente decorate e di cattedrali nell'isola sono la testimonianza della fervida fede della gente del posto. Il suono fragorose delle campane delle chiese che segnalano il tempo del culto è parte integrale del  paesaggio sonoro di Gozo.

La devozione religiosa prende vita in estate quando i parroci gozitani celebrano a turno la festa – della loro città – una data di celebrazione dedicata al santo patrono della loro parrocchia. La festa è un  evento chiassoso, noto per il talento pirotecnico negli spettacoli di fuochi di artificio.La celebrazione di solita dura un'intera settimana e comprende feste per strada, sfilate di bande di ottoni e chiese decorate con luci. La festa è ricca di tradizioni, compresa quella del portare la statua, secondo cui uomini robusti fanno offerte per il diritto di portare la statua spesso pesante del santo patrono.

Al di fuori dalla stagione della festa, i momenti salienti del calendario religioso comprendono Natale e Pasqua. Pasqua è un evento cupo eppure appassionato, per il quale le tradizioni locali includono processioni per le strade recitando preghiere e digiuno o astinenza da carne, dolci o alcolici e visite di varie chiese il venerdì santo. Mentre l'osservanza religiosa è alta tra i gozitani, i non credenti non avranno problemi a trovare ristoranti o bar che funzionano come al solito.

D'altra parte il Natale è una cosa molto più allegra, i gozitani non sono immuni dalla commercializzazione di questo evento e è normale verso Dicembre vedere gente che acquista regali. Comunque, l'aspetto religioso di questa festa è bene osservato. Fondamentale per i gozitani, la celebrazione del Natale comprende il loro amore per il pasturi – complesse scene della natività fatte a mano con spesso un'attenzione strabiliante per i dettagli. Gli appassionati possono passare anni costruendo la loro scena della natività ed è abbastanza comune che i gozitani aprano le loro case e accolgano visitatori per ammirare la loro creazione.

Lo sapevate?

  • Sapevate che l'Archipelago Maltese copre fino a 300 chilometri quadrati?
Nome utente obbligatorio... 
Password obbligatoria... 
Dettagli login invalidi ... 
Login con Facebook non riuscito. Non esiste un account Facebook registrato con questo indirizzo e-mail.
LOGIN 
LOGOUT 
Indirizzo e-mail obbligatorio ... 
INVIA
Richiesta di modifica della password.
Account invalido ... 
E-mail inviata! 
Un'e-mail con una richiesta di modifica password è stata inviata al tuo indirizzo e-mail. Una volta ricevuta, fare clic sul link fornito per cambiare la tua password.
Iscriviti alla newsletter
Sei sicuro di voler annullare la tua iscrizione?
Benvenuto

È un piacere vederti di nuovo

a
da
Prenota
We have placed cookies on your device to ensure you get the best experience on our website.
Got it!